Accordo per la costituzione di una fondazione di partecipazione per la promozione delle attività culturali e turistiche, con schemi d’atto

Pubblicato in Attualità, News

24 Oct 22 Accordo per la costituzione di una fondazione di partecipazione per la promozione delle attività culturali e turistiche, con schemi d’atto

In ambito culturale e turistico la costituzione di una fondazione di partecipazione tra Enti locali e soggetti istituzionali (ad es. Camera di commercio o Provincia) può costituire uno strumento flessibile per la promozione dei territori, includendo uno o più soggetti con compiti diversificati, potendo assegnare ad alcuni un ruolo attivo di coordinamento, oppure di semplice adesione/partecipazione, risultando appagato l’obiettivo di intervenire – in ogni caso – sui territori di riferimento.

L’esigenza di un coordinamento tra Comuni e terzi costituisce una modalità gestionale che può contribuire, specie nei piccoli comuni, a fornire servizi alla popolazione in termini di promozione delle competenze negli ambiti della cultura, del tempo libero, del turismo, dell’associazionismo, integrando l’offerta, con evidenti economie di scala, ma soprattutto la possibilità di avere un calendario di eventi, oppure la promozione del territorio unendo gli sforzi, affidando ad un soggetto (la fondazione di partecipazione) compiti specifici, limitandosi a definire delle linee di indirizzo e assegnando (per la durata di vita della fondazione) le risorse dai propri bilanci.

Risulta di tutta evidenza che la creazione di una fondazione di partecipazione rende flessibile l’organizzazione, con un proprio bilancio distinto da quello del Comune, ed una operatività che consente di andare oltre alla realtà territoriale, con strumenti di natura privatistica, nel rispetto della legge e dei principi di sana gestione finanziaria.

L’accordo, propedeutico alla costituzione della fondazione di partecipazione, razionalizza i tempi decisionali e consente di individuare ex ante gli ambiti di operatività e le competenze degli organi, rilevando che una volta sottoscritto l’accordo (atto che può essere adottato dalla Giunta comunale) si dovrà necessariamente passare per l’organo consiliare sia per assegnare le risorse che per approvare l’atto di fondazione e una convenzione che disciplina i rapporti tra la fondazione e il Comune.

Si mettono qui a disposizione informazioni utili per la PA sul tema affrontato e schemi d’atto.

SCARICA IL DOCUMENTO > CLICCA QUI

___________________________

 

IN PRATICA: MODULISTICA PRONTA ALL’USO

Rubrica a cura di Maurizio Lucca.
Segretario Generale di Enti locali, autore di pubblicazioni e docente in corsi di formazione.  

 

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO ISCRIVENDOTI ALLA NOSTRA NEWSLETTER.

ISCRIVITI > CLICCA QUI

 



Rimani sempre aggiornato iscrivendoti alla

nostra newsletter

 

Ricevi tutte le novità di maggiolicultura.it attraverso la nostra newsletter.