A Modena ‘Flânerie’: nuovi sguardi sul turismo e sulle esperienze culturali nelle città d’arte

Pubblicato in Attualità, News

20 Jun 22 A Modena ‘Flânerie’: nuovi sguardi sul turismo e sulle esperienze culturali nelle città d’arte

Nuovi sguardi sul turismo e sulle esperienze culturali nelle città d’arte: raccolta di contributi ed esperienze nazionali veicolate dal sistema locale.

Un evento con approfondimenti, riflessioni e confronti su nuove dinamiche di visita dei luoghi d’arte e di fruizione dei beni culturali.

MODENA, 23 e 24 giugno 2022

 

«Chi cammina a lungo per le strade senza meta viene colto da un’ebbrezza» scriveva Walter Benjamin nei suoi Passages. [….] per raccontarci di un viaggio che va oltre al semplice vagare e passeggiare ma che si arricchisce dell’incontro con il fattore “sorpresa”, quasi come fosse uno shock.
Il flâneur, al momento dell’incontro, acquisisce la consapevolezza della mutazione della città, rimodulando il suo rapporto con essa e rendendosi soggetto in grado di rappresentare la dimensione liquida del mondo contemporaneo.
L’odierna esperienza di visita delle città è infatti oggi profondamente cambiata come sono mutate le città stesse, i suoi abitanti, visitatori e fruitori. L’accelerazione improvvisa verso il digitale e le nuove tecnologie ha prodotto un’evoluzione importante nel modo di esplorare un luogo, di concepire un museo, di fruire un’opera d’arte, aprendo molteplici canali in direzioni impensabili fino a pochi anni fa.
La flânerie, il piacere di vagare oziosamente per le vie cittadine, senza fretta, sperimentando e provando emozioni nell’osservare il paesaggio, è un’esperienza ancora attuale? Come viene vissuta oggi la visita di un luogo d’arte, e come possono essere soddisfatte le aspettative di chi pratica il turismo culturale dopo la pandemia? Quali sono le strategie e le tecnologie da adottare per rendere attrattiva una città? Quali le modalità che generano la creazione di una connessione, tra la città e il viaggiatore, più intima, profonda e consapevole della fluidità cittadina permettendo di “abitarla”?

PROGRAMMA

PRIMA GIORNATA 23 giugno

L’ebbrezza della scoperta: nuove tecnologie per la fruizione dei beni culturali
TEMI: l’evoluzione del sistema museale verso la componente tecnologica, strumenti e applicazioni per la fruizione dei beni culturali e l’impatto delle tecnologie nell’esperienza personale del visitatore; case history delle aziende di settore.

● Orari:
ore 9.30 Chiusura registrazione partecipazioni
ore 10.00 – 10.15 Saluti Istituzionali
Ludovica Carla Ferrari – Assessora Città Smart, Politiche economiche, Turismo e promozione della città del Comune di Modena
Marta Pellegrino Head of Operations Laboratori Aperti Modena – Piacenza – Ferrara – Forlì – Ravenna
ore 10.15 – 10.30 Valentina Lo Surdo
Conduttrice radiotelevisiva e reporter di cammini (Roma)
“Introduzione lavori”
ore 10.30 – 11.00 Matteo Al Kalak
Direttore Centro di ricerca sulle Digital Humanities dell’Università di Modena e Reggio Emilia
“Strategie digitali di valorizzazione culturale: Modena come caso di studio?”
ore 11.00 – 11.30 Francesca Chiocci
Fondazione Sistema Toscana (Firenze)
“Tecnologie digitali e narrazione dei siti UNESCO toscani inseriti nella UNESCO World Heritage List; l’esperienza, le condizioni di successo”
ore 11.30 – 12.00 Coffee Break
ore 12.00 – 12.30 Carolina Taddei
Assessora alla Cultura del Comune di San Gimignano
“La meraviglia dei siti Unesco: innovare la fruizione di luoghi patrimonio dell’umanità”
ore 12.30 – 13.00 Francesca Velani (da remoto)
Vicepresidente Promo PA e Coordinatrice Parma Capitale della Cultura 2020+21
“Parma 2020+21: Case history”
ore 13.00 – 14.15 Light Lunch
ore 14.15 – 14.30 Valentina Lo Surdo
Conduttrice radiotelevisiva e reporter di cammini (Roma)
“Presentazione lavori pomeridiani”
ore 14.30 – 15.00 Ivan Chiesi
Presidente e Legale Rappresentante di AR/S Archeosistemi Soc. Coop. (Reggio Emilia)
“Esperienze e strategie di valorizzazione dei beni culturali”
ore 15.00 – 15.30 Cristian Fossoni
StoREmilia Società Benefit a r.l. (Reggio Emilia)
“Il turismo enogastronomico in Emilia nella sua componente esperienziale: il caso Amord’Emilia.”
ore 15.30 – 16.00 Coffee Break
ore 16.00 – 16.30 Marta Pellegrino
Head of Operations Laboratori Aperti Modena – Piacenza – Ferrara – Forlì – Ravenna
“Il valore del Laboratorio Aperto per la città di Modena e la rete regionale”
ore 16.30 – 17.00 Stefania Spaggiari
Direttore Museo della ceramica di Fiorano – Castello di Spezzano
“L’app audioguida Castello di Spezzano e Museo. Special guest, Marco III Pio di Savoia”

SECONDA GIORNATA
24 giugno
Un vagabondare contemporaneo: il turismo culturale nelle città d’arte
TEMI: la situazione attuale di fruizione delle città d’arte, degli spazi urbani e prospettive future di viaggio nei luoghi d’arte: i nuovi bisogni del turismo esperienziale, l’impatto dei flussi turistici e le strategie di gestione e promozione.

● Orari:
ore 9.30 Chiusura registrazione partecipazioni
ore 10.00 – 10.15 Saluti Istituzionali
Andrea Bortolamasi
Assessore alla Cultura del Comune di Modena
Marta Pellegrino
Head of Operations Laboratori Aperti Modena – Piacenza – Ferrara – Forlì – Ravenna
ore 10.15 – 10.30 Valentina Lo Surdo
Conduttrice radiotelevisiva e reporter di cammini (Roma)
“Introduzione ai lavori”
ore 10.30 – 11.00 Valentina Lo Surdo
Conduttrice radiotelevisiva e reporter di cammini (Roma)
“L’esperienza dei cammini nelle città d’arte”
ore 11.00 – 11.30 Giampaolo Nuvolati
Professore Ordinario Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale Università Bicocca di Milano
“Perdersi negli interstizi urbani… come un vero flâneur”
ore 11.30 – 12.00 Coffee Break
ore 12.00 – 12.30 Alberto Renzi
Il Sentieraio (Roma)
“Città d’arte, nuove tecnologie 4.0 e percorsi tematici per creare un’offerta integrata adatta ad ogni esigenza”
ore 12.30 – 13.00 Matteo Fabbri
TryeCo 2.0 srl (Ferrara)
“Discovering Ferrara, scoprire la città e le sue bellezze con una caccia al tesoro digitale… ma non troppo”
ore 13.00 – 14.15 Light Lunch
ore 14.15 – 14.30 Valentina Lo Surdo
Conduttrice radiotelevisiva e reporter di cammini (Roma)
“Presentazione lavori pomeridiani”
ore 14.30 – 15.00 Benta Wiley (da remoto)
Oryoki Group (Reggio Emilia)
“Cosa prospetta il futuro per il settore dell’Ospitalità? Un approccio che coinvolge comunicazione, architettura e design in modo sinergico”
ore 15.00 – 15.30 Renato Eschini
Project Manager / Senior Software Engineer di INERA s.r.l. (Pisa)
“Turismo Digitale – Innovazione tecnologica e visione strategica – esperienze e soluzioni Inera”
ore 15.30 – 16.00 Coffee Break
ore 16.00 – 16.30 Maria Oddo
ETT Group (Genova)
“Dall’emigrante al flâneur. Il museo multimediale come agente di trasformazione urbana: il caso del Museo Nazionale dell’Emigrazione Italiana a Genova”
ore 16.30 – 17.00 Sebastiano Bisson
Direzione e Sviluppo Progetti di Innovazione Tecnologica del Laboratorio Aperto di Modena
“I prodotti del Laboratorio Aperto per la promozione turistica”

MODERA l’evento:
Valentina Lo Surdo, conduttrice radiotelevisiva e reporter di cammini

 

Evento gratuito con prenotazione obbligatoria
Programma completo e iscrizione su flanerie.eventbrite.com



Rimani sempre aggiornato iscrivendoti alla

nostra newsletter

 

Ricevi tutte le novità di maggiolicultura.it attraverso la nostra newsletter.