GRANDI MOSTRE IL PROSSIMO AUTUNNO A ROMA, TRA MONET, PICASSO E HOKUSAI

Pubblicato in Accade in Italia

22 Jun 17 GRANDI MOSTRE IL PROSSIMO AUTUNNO A ROMA, TRA MONET, PICASSO E HOKUSAI

Si inizia con tre grandi mostre che promettono un numero di visitatori record: Picasso, Monet e Hokusai.

PABLO PICASSO. TRA CUBISMO E NEOCLASSICISMO : 1915-1925, ALLE SCUDERIE DEL QUIRINALE DAL 21 SETTEMBRE 2017 AL 27 GENNAIO 2018

Il 21 settembre, le Scuderie del Quirinale inaugureranno la grande mostra “Pablo Picasso. Tra Cubismo e Neoclassicismo: 1915-1925” . Si tratta di una mostra che rientra in un progetto che vede coinvolte anche altre città italiane e che fa  parte, a sua volta, di un progetto internazionale più vasto, Picasso-Méditerranée 2017-2019“, una serie di esposizioni in più di 60 istituzioni internazionali con una durata complessiva di tre anni.

Nel nostro paese, che nel progetto gioca un ruolo di primo piano, in occasione del centenario del viaggio di Picasso in Italia, la mostra di Roma approfondirà l’impatto a lungo termine di questa esperienza sulla successiva produzione dell’artista: dalle suggestioni neoclassiche ispirate alla scultura antica, al Rinascimento romano, fino ai misteriosi affreschi  di Pompei.

MONET AL COMPLESSO DEL VITTORIANO DAL 19 OTTOBRE 2017 AL 28 GENNAIO 2018

Dal 19 ottobre 2017 il Complesso del Vittoriano – Ala Brasini – ospiterà una grande mostra dedicata a colui che è universalmente considerato il padre dell’Impressionismo: Claude Monet. L’esposizione presenta circa sessanta opere, provenienti dal Musée Marmottan Monet ..

La mostra intende indagare tutte le sfaccettature della produzione artistica di Monet. Ci sono ad esempio le caricature della fine degli anni ‘50 dell’Ottocento, una testimonianza delle sue abili doti di disegnatore “ Due o tre pennellate a caso , una firma e il quadro è finito”. Da questi primi lavori poi si passerà a tutte le varie fasi della sua esperienza artistica -i paesaggi rurali e urbani di Londra, Parigi, Vétheuil, Pourville, i ritratti dei figli, le tele con gli amati fiori del suo giardino, i salici piangenti, il viale delle rose – fino ai lavori più iconici come il ponticello giapponese e la sequenza delle ninfee, la sua ultima ‘ossessione’ che con il suo approccio moderno nei confronti dell’osservazione e della riproduzione dei contesti ambientali ‘profetizzano’ l’informale.

“HOKUSAI. SULLE ORME DEL MAESTRO”AL MUSEO DELL’ARA PACIS DAL 12 OTTOBRE 2017 AL 14 GENNAIO 2018

Maestro indiscusso delle “immagini del Mondo Fluttuante”, le sue opere ebbero una certa influenza sui pittori parigini del calibro di Manet, Toulose Lautrec, Monet e Van Gogh. Attraverso circa 200 opere , la mostra ospitata al Museo dell’Ara Pacis evidenzia tutta la versatilità artistica di Hokusai – nei soggetti rappresentati così come nelle forme e tecniche usate – in dialogo con alcuni artisti che hanno seguito le sue orme come Eisen, presentato per la prima volta in Italia. Accanto ai lavori più iconici come La Grande Onda (presente in due versioni) e le Trentasei vedute del Monte Fuji esposti nella prima sezione della mostra, si potranno ammirare tutti i temi della sua vasta produzione artistica : dipinti su rotolo e silografie policrome dedicate al ritratto di bellezze femminili in dialogo con i suoi allievi più famosi, le divinità della Fortuna, dipinti su rotolo sul tema della natura e degli animali.



Rimani sempre aggiornato iscrivendoti alla

nostra newsletter

 

Ricevi tutte le novità di maggiolicultura.it attraverso la nostra newsletter.