A Fermo l’ultima festa della pittura italiana: in mostra i “Pittori della realtà”

Pubblicato in Dal mondo dei musei, News

22 Jan 23 A Fermo l’ultima festa della pittura italiana: in mostra i “Pittori della realtà”

Gregorio Sciltian, Pietro Annigoni, Xavier Antonio Bueno, oltre a Alfredo Serri, Giovanni Acci e Carlo Guarnieri, insieme con due capolavori di Giorgio de Chirico. Fino all’1 maggio 2023 c’è un motivo in più per visitare la bella città di Fermo: è possibile integrare nella visita anche la raffinata mostra “I Pittori della realtà. Verità e illusione tra Seicento e Novecento”, ospitata nelle sale del prestigioso Palazzo dei Priori. Ben 80 opere permettono di rileggere e scoprire una particolare stagione dell’arte italiana del dopoguerra: l’avventura entusiasmante di questo gruppo di artisti controcorrenti, dalle provenienze e storie più diverse: i “Pittori moderni della realtà”.

L’esposizione a Fermo si inserisce tra i principali eventi culturali del progetto regionale “Il Seicento nelle Marche”. Curatore della mostra è Vittorio Sgarbi insieme con Beatrice Avanzi e Daniela Ferrari. Una mostra che sta riscuotendo già particolare interesse nel pubblico e nella critica, con oltre 3100 visitatori durante le festività natalizie (fonte Ansa).

Siamo lieti di poter aprire questa mostra nel segno della ripartenza della cultura in presenza – le parole del Sindaco di Fermo Paolo Calcinaro per l’inaugurazione – saremo onorati del fatto che sarà il curatore e Sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi, che ha fortemente voluto questa esposizione nella nostra città, ad inaugurare questo evento, che sarà uno dei punti di forza delle festività natalizie e non solo, in quanto potrà essere ammirata fino alla primavera inoltrata. Un evento culturale di grande importanza che farà di sicuro annoverare la nostra città fra quelle con un’iniziativa artistica di particolare attrazione per cui saranno in tanti a volerla ammirare”.

La mostra a Palazzo dei Priori di Fermo riporta in luce la forza e l’eredità artistica di questo provocante gruppo di artisti del Novecento. Completano l’esposizione due capolavori di Giorgio de Chirico, il padre della Metafisica che consolidò rapporti di stima con tutti loro, ispirandoli nelle opere.

È per noi motivo di orgoglio ospitare questa mostra a Palazzo dei Priori che torna ad essere sede di percorsi espositivi originali – ha aggiunto l’Assessore alla Cultura Micol LanzideiFermo, città di storia, cultura e arte non poteva non presentare un’esposizione di grande bellezza e fascino che caratterizzerà la stagione culturale cittadina. Questo grazie, in primis, al curatore e Sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi che ci onora sia della curatela dell’evento stesso che del fatto che sarà presente il giorno dell’apertura l’8 dicembre in città”.

Visita la mostra “I Pittori della realtà” > https://www.fermomusei.it/i-pittori-della-realta-verita-e-illusione-tra-seicento-e-novecento/

 

In mostra a Fermo la poetica del realismo

La mostra di Fermo offre l’occasione di scoprire la storia e l’arte di questo gruppo considerato anacronistico e non sufficientemente apprezzato dalla critica di allora. Ciò che li accomunò fu il desiderio di una rinascita della pittura che corrisponde a una parallela rinascita dell’umanità dopo la distruzione, le privazioni e la sofferenza del recente conflitto mondiale.

VIDEO: IL CURATORE VITTORIO SGARBI PRESENTA LA MOSTRA > https://youtu.be/XQnx0Pln-oc

 

Una festa. È stata l’ultima festa della pittura italiana. – le parole del curatore Vittorio SgarbiI Pittori moderni della realtà, con un bellicoso manifesto programmatico, affrontarono la questione stabilendo un fronte di ‘resistenza’. Estetica ed etica, prima che politica. Aderirono con convinzione, partecipando alle cinque mostre in cui si consumò la loro esperienza comunitaria, tra 1947 e 1949. La loro ispirazione era Caravaggio, il valore della composizione e quel ‘ritorno al mestiere’ teorizzato da Giorgio de Chirico”.

Il gruppo dei “Pittori moderni della realtà” è integralmente rappresentato in mostra: Gregorio Sciltian, Pietro Annigoni, Xavier Antonio Bueno. Sono inoltre presenti Alfredo Serri, Giovanni Acci e Carlo Guarnieri, che si aggiunsero successivamente al gruppo. Completano l’esposizione due capolavori di Giorgio de Chirico: “Piazza d’Italia con torre rosa” e “Interno metafisico”. Tutti i componenti del gruppo, tra l’altro, si accostarono all’enigmatico tema dechirichiano del manichino.

Vengono inoltre presentate, a confronto con i moderni, opere di artisti antichi, prevalentemente del Seicento e del Settecento, alimentati dalla temperie caravaggesca prima e barocca poi, assunti a fonte di ispirazione e modello dei quattro firmatari del manifesto. Tra questi artisti citiamo Alessandro Magnasco, il cosiddetto Maestro di Hartford, Giuseppe Recco e Carlo Magini. Ulteriori confronti saranno possibili con le opere della collezione permanente della Pinacoteca Civica di Fermo, ricca di opere del Seicento, in particolare “L’adorazione dei pastori” di Rubens.

In occasione della mostra, i Musei di Fermo propongono visite guidate e due attività laboratoriali dedicate a “I Pittori della realtà”. Sono rivolte a studenti e studentesse di scuola primaria e secondaria di primo grado.

 

 

A Fermo la ricchezza si moltiplica in un’offerta straordinaria

“Fermo. Hai tutto il tempo” è l’invito a scoprire senza fretta la città di Fermo e il suo ricco circuito museale. Col suo impianto urbano rinascimentale, rimasto pressoché intatto, è un autentico tesoro delle Marche. Secoli di storia tra tesori sotterranei, palazzi sontuosi, un mappamondo leggendario e il capolavoro di Rubens “L’adorazione dei pastori”. Fermo incanta e stupisce ogni volta, regalando percorsi culturali tra il centro storico e la frazione di Torre di Palme, tra i borghi più belli d’Italia con scorci urbani incomparabili. Dalla piazza principale, dove si affaccia Palazzo dei Priori, si articola la visita ai maggiori luoghi di attrazione culturale in una serie di itinerari costellati di chiese, cortili, opere d’arte, di scienze e di archeologia.

Il biglietto della mostra “I Pittori della realtà” include l’ingresso al circuito museale della città, composto da sette spazi culturali: Palazzo dei Priori, Cisterne Romane, Musei Scientifici di Palazzo Paccaroni, Museo Diocesano, Teatro dell’Aquila, Terminal Mario Dondero e Museo Archeologico di Torre di Palme.

La mostra è promossa dalla Regione Marche e dal Comune di Fermo, con la preziosa collaborazione del Mart di Rovereto e il contributo di Carifermo e della Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo. Partner dell’evento è Mus-e del Fermano, gli sponsor sono Eurobuilding, Giano, CFL-Servizi Globali in Edilizia e Violoni Srl. L’organizzazione è affidata a Maggioli Cultura in collaborazione con Sinopia.

 

Per informazioni: Musei di Fermo tel. 0734 217140 – museidifermo@comune.fermo.it

www.fermomusei.it 

 

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO ISCRIVENDOTI ALLA NOSTRA NEWSLETTER.

ISCRIVITI > CLICCA QUI

 



Rimani sempre aggiornato iscrivendoti alla

nostra newsletter

 

Ricevi tutte le novità di maggiolicultura.it attraverso la nostra newsletter.